Bambini e noia; ecco i giochi da fare a casa

0
659
Bambini e noia; ecco i giochi da fare a casa
Bambini e noia; ecco i giochi da fare a casa

In questi giorni stiamo vivendo l’ambiente domestico h24. Il rischio di annoiarsi per i bambini (ma anche per noi adulti) è concreto. Bisogna impegnarsi a creare alternative ai tablet, ai videogames e alla tv. Vi consigliamo di pensare alla miriade di giochi che si possono fare usando la fantasia e sfruttando le risorse che ci offre l’ambiente domestico.

Tra i giochi da poter fare utilizzando la fantasia ve ne proponiamo alcuni che possono fare al caso vostro.

Il Gioco della Torre

Consiste nel fare una torre impilando piccoli mattoncini. Chi vince ? Colui che non fa cadere la torre. Saranno risate assicurate. Per il bambino è un gioco divertente che migliora la manualità del bambino che tra una torre e l’altra lo porterà ad essere più abile di un adulto.

Bowling

Un gioco che diverte grandi e piccini. Prendi la mira, calibra la forza e lancia la palla. Organizzare questo gioco in casa è molto semplice, prende 8 bottiglie di plastica vuote e le sistemate formando un triangolo. Prendi dei fogli di giornale, forma una pallina che renderai compatta con lo scotch. Vince il gioco chi riuscirà con la palla di giornale a buttar giù più bottiglie di plastica.

Le bolle di sapone

La magie delle bolle attrae tutti bambini. Con un semplice soffio al sapone si trasforma in bolle perfette e leggere che si alzano in aria. Realizzare le bolle di sapone a casa è molto semplice. In una bacinella metti acqua, detersivo, un cucchiaino di zucchero. Le dosi fatele ad occhio. Il composto dovrà riposare per 48 ore. A quel punto, se non ne avete già uno, dovrete costruire l’oggetto su cui soffiare. Create una palettina a cerchio vuoto utilizzando un filo di ferro sottile.

Il piccolo aiutante

La felicità dei bambini è fare qualcosa. Non importa cosa, è sufficiente che abbiano la sensazione di fare qualcosa. Coinvolgeteli giocosamente sulle attività casalinghe. Utilizzare le mollette per stendere i panni, piegare le lenzuola scuotendole bruscamente in corridoio, cercare scarpe, vestiti, oggetti sotto ai letti, mettere l’acqua ai fiori, impastare la pizza da preparare alla sera. Le attività sono molteplici, trasformatele in gioco e avrete un soldatino al vostro fianco.

Il gioco dell’artista

Prendete un cartoncino formato a3, pennarelli, pastelli e pastelli a cera. Date un tema (se il bambino ha più di 5 anni) o lasciate assoluta libertà chiedendo a vostro figlio di rappresentare una figura con il materiale a disposizione. State vicino ai vostri figli per evitare che mettano i composti in bocca e utilizzate pennelli, pennarelli, mani per disegnare ciò che più vi piace. I risultati saranno straordinari.

Il cantastorie

Serve un letto, un libro e la voglia di un adulto di leggere. Recitate ciò che state leggendo per far vivere le scene al bambino che vi ascolta. Creerete dei momenti unici con il vostro bambino.

Sacco vuoto, Sacco pieno

In questi giorni sedentari è il gioco ideale per fare un po’ di movimento. Il sacco è vostro figlio. Alla frase sacco pieno il bimbo sta in piedi, alla frase sacco vuoto il bimbo va giù per terra. Alternate le frasi e riderete nel vedere i vostri bambini che vanno su e giù in continuo cercando di non sbagliare il movimento.

Giocate sempre, vivete la vita dei vostri figli giocando. Ne trarrete benefici anche voi adulti. E quando ci saranno momenti in cui vi sentite un po’ giù non perdetevi mai d’animo, mettete musica e ballate, come d’incanto tornerete a sorridere.

Articolo precedenteIn tempo di Coronavirus, un Villaggio Turistico a casa tua
Prossimo articoloLa nanna; da soli o con i genitori
Sono una mamma che si divide, come tante altre, tra lavoro e famiglia. Amo molto viaggiare e l’arte. Quando ero in gravidanza ho capito che tutti i futuri genitori hanno bisogno di grande aiuto, consigli e sostegno. ProfessioneGenitori è nato dall'idea di creare un portale di professionisti che scrivono per informare i genitori in maniera semplice e diretta su tutto ciò che riguarda l'universo del bambino, dal concepimento fino al primo giorno di scuola. Come cofondatrice di ProfessioneGenitori, lavoro per aiutare e supportare tutti coloro che intraprendono questo straordinario viaggio per diventare mamma e papà.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui