Carnevale: idee, giochi e travestimenti per tutta la famiglia

Dopo il Natale, il Carnevale è la festa più attesa di tutto l’anno: travestimenti, stelle filanti, carri e i dolcetti tipici fanno da cornice a questa festa. Carnevale dura una settimana e, sia a scuola che in città o a casa, sono tantissime le cose da organizzare e fare

Carnevale: idee, giochi e travestimenti per tutta la famiglia

In tutta Italia il Carnevale rappresenta la festa del divertimento per tutta la famiglia per eccellenza: in questo periodo vengono organizzate tante feste in maschera, eventi in molte località d’Italia dove si può assistere a cortei e sfilate con carri allegorici e maschere tradizionali, occasioni di gioia e svago per tutta la famiglia e momenti per giocare nell’atmosfera più raccolta ed intima della propria casa, magari preparando qualche ottima ricetta carnevalesca oppure facendo, insieme ai bimbi, dei lavoretti divertenti e originali.

Ecco alcuni suggerimenti per organizzare al meglio l’evento che segue, da sempre, il detto “a Carnevale, ogni scherzo vale”.

Giochi per i golosi: – Il Mangia Frittelle

Per i bambini più golosi, potete proporre questo gioco per il quale vi occorrono una corda e delle frittelle di Carnevale. Infilate i dolci lungo il filo e appendete il tutto in una stanza. Al via, tutti i bambini dovranno correre, scegliere una frittella e iniziare a mangiarla. Qual è la difficoltà? È assolutamente vietato usare le mani!

Giochi per i vanitosi: – Che divertimento truccarsi!

Ai bambini piace molto farsi truccare e le occasioni in cui possono indossare una maschera li diverte sempre tanto. Ci sono alcune indicazioni da rispettare per il trucco sui bambini, in modo da evitare irritazioni o altri fastidi dovuti alla loro pelle delicata.I prodotti per il trucco di Carnevale si trovano nei negozi specializzati per le feste, in cartoleria o meglio ancora in profumeria. Per colorare il viso in modo semplice si possono acquistare delle matite colorate, facili da utilizzare. Importante, fare molta attenzione a non esagerare con il trucco nella zona occhi dei bambini perchè rischiano di toccarsi con le mani e irritare gli occhi spostando il trucco.Per alcuni travestimenti può bastare un trucco semplice e poco impegnativo:

  • per un pirata, basterà disegnare su un occhio una benda nera e una cicatrice sulla guancia
  • per la zingara, un neo vicino alla bocca
  • per le bambine vestite da principessa, molto apprezzato è il disegno di una farfalla vicino agli occhi

Per i creativi: – Mascherine fai da te

A volte basta davvero poco per creare oggetti semplici insieme ai bambini: una mascherina per trasformare un bimbo in un supereroe, un personaggio dei cartoni animati oppure in una fatina dai magici poteri. Crearne una è davvero semplice:

  • scegliete un cartoncino del colore che preferite; bianco se i bambini vorranno colorare la maschera, nero per il gattino o la pantera o il supereroe, rosa, celeste o giallo per la maschera della fatina o della principessa;
  • disegnate la sagoma, i tondi per gli occhi e, se la maschera copre tutto il viso, anche la bocca;
  • prima di ritagliare fate una prova sul viso del bambino per prendere le giuste misure e usate la matita cosi da poter cancellare eventuali errori.
  • ritagliate la sagoma e fate i buchi all’altezza degli occhi e della bocca
  • usate la colla per applicare eventuali decorazioni come glitter, paillettes, carta velina
  • infine, attaccate con la pinzatrice, un filo di elastico della misura opportuna
  • scattate una foto e divertitevi

Per i bambini più grandi: – Impariamo una poesia

Carnevale di Gianni Rodari

Carnevale in filastrocca,
con la maschera sulla bocca,
con la maschera sugli occhi,
con le toppe sui ginocchi:
sono le toppe d’Arlecchino,
vestito di carta, poverino.
Pulcinella è grosso e bianco,
e Pierrot fa il saltimbanco.
Pantalon dei Bisognosi-
Colombina, – dice, – mi sposi?
Gianduia lecca un cioccolatino
e non ne da niente a Meneghino,
mentre Gioppino col suo randello
mena botte a Stenterello.
Per fortuna il dottor Balanzone
gli fa una bella medicazione,
poi lo consola: – E’ Carnevale,
e ogni scherzo per oggi vale.

Floriana Lo Bue
Floriana Lo Bue

Classe '89, una laurea in comunicazione e una in Relazioni internazionali, durante gli studi trascorro il mio tempo tra Verona, Milano e gli States. Innamorata di Palermo, decido di tornare in Sicilia e dedicarmi alle mie più grandi passioni: il giornalismo e il mondo del turismo. Prossima al lancio di un'attività ricettiva, nel tempo libero amo viaggiare, dedicarmi agli affetti e divorare libri.

Privacy Policy