Creiamo le uova di Pasqua con i bambini

Si avvicina la Pasqua che da sempre in Italia, è sinonimo di uova di cioccolata o semplicemente dipinte. Cogliere l’occasione per pensare a qualche lavoretto da fare in casa con i bambini, potrebbe rivelarsi un’ottima occasione per trascorrere del tempo insieme all’insegna della creatività

Creare le uova di Pasqua con i bambini

Uno dei più classici lavoretti da fare in casa con i propri bambini è quello della colorazione delle uova, una tecnica molto antica che affonda le radici nel paganesimo. Ma come si colorano le uova? Ecco tutte le dritte sui vari metodi per dipingere e decorare le uova, usando tecniche diverse, dalle tempere ai pennarelli, fino alle erbe e ai coloranti naturali.




Che cosa serve per decorare le uova

La prima regola fondamentale per evitare problemi, è quella di coprire bene i bambini  per evitare che si sporchino troppo e di preparare anche l’ambiente con fogli di giornale per salvare mobili e pavimenti. Bisogna poi procurarsi delle uova di gallina e:

  • Mettete dell’acqua in un pentolino e inserite con un cucchiaio le uova.
  • Passati 10 minuti dall’ebollizione dell’acqua, estraete le uova facendo molta attenzione a non rompere il guscio.
  • Fatele raffreddare naturalmente o, per accorciare i tempi, immergetele in acqua fredda, in modo da poterle maneggiare più facilmente.




Scegliere i colori per decorare le uova di Pasqua

Per quanto riguarda le tinte, ci sono diverse possibilità: potete decidere di optare per i colori naturali, che si ottengono dalla bollitura di verdure come barbabietola, bucce di cipolle e altri ortaggi:

  • cavolo rosso per uova rosse,
  • barbabietole per uova viola e blu,
  • caffè per uova marroni,
  • vino per uova viola,
  • spinaci o borragine per uova verdi.

Potete utilizzare dei colori alimentari, che sono più forti rispetto ai colori naturali; o anche acquistare dei colori acrilici, in vendita in tutte le cartolerie o in tutti i negozi di giocattoli. Se avete scelto i colori naturali, prima dovete bollire gli ortaggi, in modo che rilascino il colore, poi dovete versare il liquido colorato in un contenitore, aggiungere un cucchiaio d’aceto e immergere l’uovo. Dopo qualche minuto, potete estrarre l’uovo che si sarà colorato e poi lasciarlo asciugare per 10-30 minuti. Più lo lascerete in immersione, più il colore sarà intenso.




I metodi per dipingere le uova

I più abili possono usare il metodo a immersione facendo più “bagni di colore”. Fate una base in tinta unita, poi applicate sul guscio d’uovo degli stickers (magari con delle forme particolari, ad esempio stelline o pallini) per bloccare le parti dell’uovo che non volete si colorino di una seconda tinta. Quando l’uovo sarà asciutto, immergetelo nel nuovo colore e continuate così per renderlo sempre più originale e personalizzato, facendo tanti strati di colori diversi. In alternativa,  – ed è forse il metodo più semplice -, potete decorare l’uovo con piccoli adesivi dalle forme diverse, o con della colla glitterata. Buon lavoro!

Floriana Lo Bue
Floriana Lo Bue

Classe '89, una laurea in comunicazione e una in Relazioni internazionali, durante gli studi trascorro il mio tempo tra Verona, Milano e gli States. Innamorata di Palermo, decido di tornare in Sicilia e dedicarmi alle mie più grandi passioni: il giornalismo e il mondo del turismo. Prossima al lancio di un'attività ricettiva, nel tempo libero amo viaggiare, dedicarmi agli affetti e divorare libri.

Privacy Policy