Dispositivi hi-tech per monitorare i bambini

I dispositivi hi-tech sono usati da molti genitori per controllare il bambino anche quando siamo lontani. Infatti, vengono commercializzati dispositivi sempre più avanzati che permettono di monitorare i bambini sin dalla nascita

dispositivi hi-tech per monitorare i bambini

Ecco alcuni dei dispositivi hi-tech che ci permettono di stare vicini ai nostri figli anche quando siamo lontani. Molti di questi si trovano già nei negozi, ma sicuramente tutti si trovano online.

Dispositivi hi-tech per la nanna del bambino

Oggi a vegliare sul sonno dei nostri figli ci sono varie soluzioni hi-tech. Ormai sono quasi fuori uso le vecchie radioline per sentire il bambino a distanza, ora i dispositivi sono sempre più evoluti.

Una delle ansie dei nei genitori è il sonno del bambino, sempre più spesso si parla di morte in culla e di come prevenirla con posizioni e abitudini della nanna dei bambini.

Per questo motivo sono in commercio vari prodotti per monitorare il sonno del bambino, dai semplici monitor, per osservare e sentire il nostro bambino mentre dorme, ai tappetini da riporre sotto il materasso per essere avvisati in caso di eventuale apnea. Ma la soluzione più futurista a mio avviso è il bottone a clip, da agganciare ai vestiti del nostro bambino, che invia dati ai cellulari dei genitori, avvisando di eventuali movimenti, pianti e apnee, così da sapere se il bambino nella notte varia la posizione in cui viene riposto mettendosi magari a pancia in giù.

Questo sensore si può utilizzare anche quando il bambino cresce, per sapere se si allontana dall’area di gioco.

Ma effettivamente questi dispositivi prevengono la morte in culla?

Le raccomandazioni sul sonno sicuro dell’accademia americana di pediatri sono che “si tratta di apparecchi che non salvano la vita”, ma sicuramente a mio parere fanno stare noi genitori più sereni.

Dispositivi hi-tech per la salute del bambino

Anche in questo campo esistono vari dispositivi creati per monitorare il bambino. Dai più “tradizionali” termometri elettronici, a quelli a forma di ciuccio o che monitorano la temperatura solo avvicinandolo alla fronte del bambino.

Ma i più utili sono dei sensori che si applicano alla pelle del bambino e che comunicano attraverso lo smartphone, in tempo reale, la temperatura, emettendo un segnale acustico nel caso superi i 38. I dati vengono registrati all’interno dello smartphone rendendo possibile il monitoraggio della temperatura nell’arco della giornata.

Sicuramente tutti i genitori stanno in pensiero quando durante la notte il bambino ha la febbre, questi dispositivi servono proprio ad alleviare le nostre ansie.

Dispositivi hi-tech per gli spostamenti

I figli crescono ma le nostre preoccupazioni aumentano. Iniziano ad avere una vita lontana da noi: scuola, palestra, compagni, uscite. Così le ansie di noi genitori aumentano insieme alla loro età.

Per aiutarci a stare più sereni ci sono in commercio diversi dispositivi hi-tech. Dal bracciale che ci comunica se il bambino si allontana da noi, a quello GPS che ci dice la posizione esatta di nostro figlio in tempo reale.

Questi dispositivi GPS possono essere anche semplici targhette che si nascondono nei vestiti dei figli, per non essere trovati da malintenzionati.

Ma il dispositivo più usato è lo smartwatch per bambini, con GPS, chiamate e messaggi verso alcuni numeri pre impostati, tasto SOS per le emergenze, giochi e in alcuni modelli anche la possibilità di fare foto.

Questi smartwatch, amati dai bambini per i giochi, sono in realtà molto utili perché trasmettono ai genitori la posizione dei figli e permettono tramite le chiamate e i messaggi di comunicare con loro. Ma sopratutto, sono molto più sicuri di uno smartphone nelle mani di un bambino.

Luciana Campione
Luciana Campione

Sono una mamma che si divide, come tante altre, tra lavoro e famiglia. Amo molto viaggiare e l’arte. Quando ero in gravidanza ho capito che tutti i futuri genitori hanno bisogno di grande aiuto, consigli e sostegno. ProfessioneGenitori è nato dall'idea di creare un portale di professionisti che scrivono per informare i genitori in maniera semplice e diretta su tutto ciò che riguarda l'universo del bambino, dal concepimento fino al primo giorno di scuola. Come cofondatrice di ProfessioneGenitori, lavoro per aiutare e supportare tutti coloro che intraprendono questo straordinario viaggio per diventare mamma e papà.

Privacy Policy