Uova fresche: ecco come distinguerle

Spesso noi mamme ci domandiamo se stiamo dando uova fresche ai nostri bambini, e non sempre sappiamo rispondere a questo enigma.
Ecco qualche trucco per scegliere le uova più fresche da cucinare ai nostri figli.

uova fresche

Iniziamo con il dire che, le uova sono un alimento importante nella dieta dei nostri figli. Quelle di gallina oltre a essere le più consumate, sono molto nutrienti e ricchi di proteine.

Noi mamme vogliamo sempre il meglio per i nostri figli e sopratutto a tavola, stiamo molto attente a cosa mangiano. Spesso però neanche noi sappiamo riconoscere un alimento fresco da uno meno fresco.

Le uova sono molto presenti nell’alimentazione dei nostri figli, le troviamo sotto forma di uova semplici, frittate, torte, biscotti ecc. per questo motivo noi mamme dobbiamo saper riconoscere un uovo fresco.




Classificazione delle uova

La vita di un uovo, dal momento in cui viene deposto, è di 28 giorni.
Quando compriamo un uovo la prima cosa che dobbiamo guardare è, come sono contrassegnate.

  • A Extra: Uova fresche, imballate entro 24-48 ore dalla deposizione e vendute entro 9 giorni.
  • A: Uova imballate entro 14 giorni dalla deposizione
  • B: Uova di seconda qualità, generalmente utilizzate in pasticceria
  • C: Uova generalmente utilizzate per l’industria alimentare

Ogni confezione riporta anche il metodo di allevamento delle galline (biologico, a terra, all’aperto o in gabbia) e la data entro cui le uova vanno consumate. Ma di questo parleremo in maniera più approfondita in un altro articolo.

Se questa classificazione non ci basta, possiamo utilizzare i metodi “della nonna”, che hanno fatto si che i nostri genitori avessero a tavola sempre uova fresche.




Come distinguere le uova fresche?

Iniziamo col dire che le uova hanno una camera d’aria all’interno del guscio, in corrispondenza del polo più grande dell’uovo, più questa è grande, meno l’uovo è fresco.

Questa camera d’aria si forma, quando l’uovo passa dal calore interno della gallina alla temperatura dell’aria esterna. Al momento della deposizione dell’uovo è piccolissima, man mano passano i giorni aumenta.

Quindi, per capire se l’uovo che stiamo dando al nostro bimbo è veramente fresco basta immergerlo in un contenitore colmo d’acqua e osservarne il comportamento. Più l’uovo si poggia sul fondo del contenitore più è fresco.

Questo schema ti mostrerà come leggere il comportamento di un uovo immerso nell’acqua:

 

Altri test da poter fare sono:

  • Agitare l’uovo e sentire se l’albume sbatte contro il guscio. Se si avverte il tipico rumore, la camera d’aria è già sviluppata e l’uovo non è molto fresco.
  • Rompere l’uovo su un piatto ed osservare il tuorlo: se rimane bombato e premuto con un dito è elastico e non si rompe, l’uovo è fresco. Ma se l’albume è acquoso e si sparge sul piatto, l’uovo non va dato ai nostri figli.Uovo ad occhio di bue
  •  Guarda l’uovo in controluce con una luce intensa, se si presenta con il tuorlo perfettamente al centro che non si sposta quando viene girato, l’uovo è fresco.
Luciana Campione
Luciana Campione

Sono una mamma che si divide, come tante altre, tra lavoro e famiglia. Amo molto viaggiare e l’arte. Quando ero in gravidanza ho capito che tutti i futuri genitori hanno bisogno di grande aiuto, consigli e sostegno. ProfessioneGenitori è nato dall'idea di creare un portale di professionisti che scrivono per informare i genitori in maniera semplice e diretta su tutto ciò che riguarda l'universo del bambino, dal concepimento fino al primo giorno di scuola. Come cofondatrice di ProfessioneGenitori, lavoro per aiutare e supportare tutti coloro che intraprendono questo straordinario viaggio per diventare mamma e papà.

Privacy Policy