Rapporti sessuali in gravidanza

Si possono avere rapporti sessuali in gravidanza? Questa è una delle più comuni domande che si pongono le coppie durante la gravidanza. Assolutamente sì, se la gravidanza è fisiologica e non ci sono motivi ben precisi, la coppia può avere rapporti sessuali

Rapporti sessuali in gravidanza

Molti anni fa i rapporti sessuali durante la gravidanza erano quasi vietati, si pensava che la penetrazione e l’orgasmo potessero far male al bambino, stimolare parti prematuri e aborti. Gli studi invece hanno portato alla luce che il sesso in gravidanza oltre a non fare male né al bambino né alla gravidanza, fa bene alla mamma e sopratutto alla coppia.

Naturalmente fare l’amore durante la gravidanza può non voler dire “puro sesso“, anzi spesso le donne hanno voglia d’intimità, di fare l’amore dolcemente, di essere accarezzate e coccolate dal proprio partner. Spesso la libido aumenta durante la gravidanza, i sogni sono a sfondo sessuale e si ha più voglia di masturbarsi.

Ma ancora oggi ci sono coppie che non fanno l’amore per tutta la durata della gravidanza, questo perché nei primi mesi, per i vari disturbi, (nausee, sonnolenza, stanchezza), alcune donne non amano avere rapporti sessuali, andando avanti con la gravidanza, il seno pronunciato ed il pancione e la situazione, fanno calare la libido del partner, poi subentra anche la stanchezza e la pesantezza e alcune volte anche la paura dei papà di poter far del male al proprio bambino durante la penetrazione, ed il gioco è fatto.

Invece ci sono altre coppie che per tutta la durata della gravidanza hanno ripetuti rapporti sessuali, coppie che dichiarano che fare l’amore non era mai stato così eccitante, che hanno avuto un aumento della libido durante tutta la gravidanza, che fare l’amore senza preoccuparsi di restare o non restare incinta li libera da un grosso peso.

Questo perché ogni persona è diversa dall’altra e vive la sessualità in maniera differente.

Cosa succede quando facciamo l’amore in gravidanza

Alcune coppie hanno paura a fare sesso in gravidanza per paura di fare del male al proprio bambino, ciò che dobbiamo sapere è che il bambino non è poi così vicino alla parte interessata, galleggia all’interno del sacco amniotico protetto da tutto, con un tappo mucoso ben sigillato che lo divide dall’esterno. Quindi attraverso la penetrazione, tranne in rari casi verso la fine della gravidanza, è quasi impossibile arrivare al bambino.

Invece un altro fattore che fa spaventare la coppia subito dopo un rapporto sessuale, dove la donna ha raggiunto l’orgasmo, è l’addome contratto. Infatti, durante l’orgasmo l’utero e i muscoli del pavimento pelvico si contraggono più volte. Generalmente la donna non se ne accorge, sentendo contrarre soltanto la vagina, invece alcune donne incinte percepiscono queste contrazioni e avvertono l’addome contratto anche per alcune ore. Ma questo fastidio non deve impensierire la coppia, queste contrazioni sono ben diverse da quelle del parto e non possono né far del male al bambino, né far partorire una donna prematuramente.

Posizioni per il sesso in gravidanza

Non starò qui a farvi un articolo sul Kamasutra in gravidanza, ciò che si deve sapere è che tutte le posizioni dove la donna si sente a proprio aggio sono giuste. Evitando quelle dove il partner è sopra il pancione, vi sono tantissime posizioni da sperimentare durante la gravidanza, magari proprio questo potrebbe riaccendere la libido della coppia.

Quando non avere rapporti sessuali in gravidanza

Ogni coppia vive la sessualità in gravidanza in modo diverso, l’importante è sapere che il sesso in gravidanza si può fare e fa bene, naturalmente se la gravidanza non ha problemi particolari.

Ci sono dei particolari motivi dove è meglio astenersi dal sesso durante alcuni periodi o durante tutta la gravidanza, ad esempio: se la gravidanza è a rischio, se si hanno minacce d’aborto, se si rischia la nascita prematura. La cosa importante è parlarne con l’ostetrica o il ginecologo che vi sta seguendo, senza inibizioni, questo leverà ogni vostro dubbio.

Luciana Campione
Luciana Campione

Sono una mamma che si divide, come tante altre, tra lavoro e famiglia. Amo molto viaggiare e l’arte. Quando ero in gravidanza ho capito che tutti i futuri genitori hanno bisogno di grande aiuto, consigli e sostegno. ProfessioneGenitori è nato dall'idea di creare un portale di professionisti che scrivono per informare i genitori in maniera semplice e diretta su tutto ciò che riguarda l'universo del bambino, dal concepimento fino al primo giorno di scuola. Come cofondatrice di ProfessioneGenitori, lavoro per aiutare e supportare tutti coloro che intraprendono questo straordinario viaggio per diventare mamma e papà.

Privacy Policy