Vernice caseosa, cosa è e a che serve

La vernice caseosa è una sostanza ricca di proprietà che protegge il neonato nella pancia della mamma. Non serve accanirsi a rimuoverla nelle prime ore di vita

Vernice caseosa, cosa è e a che serve

Cosa è la vernice caseosa…

Quando i bimbi nascono dopo un attento controllo dei medici vengono dati a mamma e papà. Spesso nei primi secondi in cui la mamma guarda il proprio figlio pensa o dice: “non lo hanno pulito bene, è ancora sporco”. È bene sapere che alla nursery non hanno sbagliato nulla anzi hanno eseguito correttamente il protocollo. I neonati infatti sono completamente ricoperti dalla cosiddetta “vernice caseosa”, una sostanza biancastra mista a grigio, molto densa e vellutata. Non c’è da preoccuparsi, la natura pensa a tutto.

La vernice caseosa protegge la pelle del neonato

Infatti durante la loro vita intrauterina, i bimbi hanno il corpo ricoperto di questa crema  prodotta dall’organismo per proteggere la pelle immersa nel liquido amniotico. La vernice caseosa è una protezione per il feto, e rappresenta una elevata protezione antibatterica, in genere si riassorbe via via che la gravidanza si avvicina al termine. Di solito per questo motivo i nati prematuri  ne sono completamente cosparsi, mentre quelli che vengono al mondo a termine la presentano solo in alcune zone del corpo, come la schiena e la testa.




La neonatologa Iwona Kazmierska parla dei benefici della vernice caseosa

«La vernice caseosa è una “crema protettiva”, spiega Iwona Kazmierska, neonatologa e responsabile della Banca del latte umano donato del Buccheri La Ferla di Palermo. Il bambino appena nato va asciugato con un panno morbido, vanno ripulite bene le parti ricoperte maggiormente da muco, sangue e secrezioni, ma il piccolo non va lavato approfonditamente.  Consiglio di lavare sempre con parsimonia, utilizzando detergenti naturali, poco profumati, quindi niente bagno schiuma che contiene prodotti chimici. In borsa con voi in ospedale o in clinica dovete portare olio di mandorle dolci o un olio con vitamina E, insomma tutto ciò che idrata la vostra pelle, il seno, le gambe e che aiuta a massaggiare il bambino».




La vernice caseosa si crea alla fine della 20 esima settimana, aumenta a partire dalle 24-25 settimane per poi diminuire dopo le 38 settimane, riducendosi quasi del tutto nei nati oltre le 40 settimane.

Portate pazienza quindi e non accanitevi a strofinare la pelle di vostro figlio. Con il passare dei giorni e una normale pulizia andrà via. Per ripulire bene i capelli basterà qualche bagnetto in più. Godetevi quei momenti magici del primo incontro con il vostro amore. L’odore, l’essenza di quegli attimi e del suo corpicino non ve lo dimenticherete mai.

Lucia Porracciolo
Lucia Porracciolo

Laureata in Scienze della comunicazione, fissata con il giornalismo e con i profumi. Da qualche anno mamma di Ester e di Clarissa. Dopo un’esperienza di stage a Tv 2000, e dopo aver lavorato per anni alle Acli a Roma, ho deciso di tornare in Sicilia. Nel 2012 mi sono trasferita a Palermo dove collaboro con Tele Giornale di Sicilia e Giornale di Sicilia. Qui ho conosciuto l'amore della mia vita, Sli, oggi mio marito. Papà stupendo. Quando si diventa genitori si scoprono le priorità della vita, il dono e la magia di vivere e far vivere.

Privacy Policy