Il mio primo minestrone…con mamma e papà !

0
513

Consigliato da otto mesi in su

Come introdurre le verdure e gli ortaggi con facilità nell’alimentazione del nostro bimbo. Ricordiamoci l’importanza di educare al gusto dei singoli alimenti. È consigliato infatti non unire omogeneizzati di carne, poco olio e poco parmigiano. Può essere aggiunta in crema ai semolini oppure alle prime pastine. Ottima anche per gli adulti se la servite calda come crema di verdure con dei gustosi crostini saltati in padella con olio e aromi!

Ingredienti

  • 1 patata
  • 1 carota
  • qualche foglia di bieta
  • qualche cubetto di zucca rossa
  • 1 cipolla piccola
  • 1 cucchiaio di lenticchie decorticate

Ricetta bimbi:
Pulire le verdure e gli ortaggi, lasciandoli integri, nella pentola con due litri di acqua minerale naturale e cuocerli tutti insieme fino a che l’acqua di cottura sarà dimezzata. Filtrare il brodo ed utilizzarlo per la diluizione del semolino o la cottura della pastina.
Intanto frullare nell’omogeneizzatore (dai 6 ai 12 mesi) o nel mixer (da un anno in su’) tutte le verdure cotte fino ad ottenere una crema omogenea da aggiungere al semolino o alla pastina. Un filo di olio, un cucchiaio scarso di parmigiano e la pappa è servita!

Ricetta mamma e papà:
Intanto fate a saltare in padella delle fettine di pane con olio ed aromi finemente triturati (origano, timo, pepe nero, rosmarino o quel che preferite) da tuffare nella crema di verdure per mamma e papà!
Per i più golosi: far saltare in padella qualche cubetto di pancetta, fino a farla diventare croccante, da aggiungere a fine impiattamento sulla crema di verdure!

Articolo precedenteBanana Golosa; frullato
Prossimo articoloBascullamento del bacino per facilitare il parto
Ostetrica ospedaliera, ha dedicato buona parte della propria attività professionale alla nascita e crescita dei corsi di accompagnamento alla nascita e al supporto empatico delle mamme nel post-partum. Convinta sostenitrice dell'allattamento al seno e della riscoperta di un parto più dolce ed intimo ha trovato nella propria esperienza personale, con i propri tre figli, una rinnovata spinta motivazionale. L'unione tra lo studio e la profonda esperienza di maternità ha dato il via ad un interesse sempre più crescente verso aspetti della professione in ambito infantile come il massaggio neonatale, l'autosvezzamento, la sensibilizzazione delle coppie sulla necessità di una genitorialità più consapevole e serena.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui